Rainer Honeck

Il violinista Rainer Honeck è esponente della più alta tradizione musicale viennese. Nato nel 1961, si è formato alla Hochschule für Musik di Vienna con Edith Bertschinger e con Alfred Staar, celebre didatta viennese e membro dei Wiener Philharmoniker. Nel 1981 è entrato nei primi violini della Wiener Staatsoper e poi dei Wiener Philharmoniker, divenendo poi nel 1984 Konzertmeister della Staatsoper e nel 1992 Konzertmeister dei Wiener Philharmoniker.

Come solista si è esibito nei più importanti centri musicali di Europa, America e Asia ed ha rivestito importanti ruoli solistici in orchestre come i Wiener Philarmoniker, la London Symphony Orchestra, la Pittsburgh Symphony Orchestra, l’Orchestra del Teatro Mariinsky sotto la direzione di importanti direttori quali Herbert Blomstedt, Semyon Bychkov, Daniele Gatti, Adam Fischer, Valery Gergiev, Daniel Harding, Manfred Honeck, Mariss Jansons, Riccardo Muti, Andres Oroczo-Estrada, Kyrill Petrenko e Michael Tilson-Thomas.

Ha inciso i Concerti per violino di Dvořák e Mendelssohn con la Tschechische Philharmonie (Pony Canyon) e opere per violino e pianoforte di Franz Schubert (Studio Frohla), i Concerti per violino di Mozart (Orfeo), Ein Heldenleben di Richard Strauss (Deutsche Grammophon) e Sherazade di Rimsky-Korsakov (Philips).

Accanto all’attività in orchestra si dedica intensamente, con diverse formazioni, alla musica da camera ed è direttore dei Wiener Virtuosen, dei Wiener Streichersolisten e primo violino dell’Ensemble Wien e della Kammerochester Wien-Berlin.

Suona un violino Stradivari (ex Hämmerle, anno 1709) che è stato messo a sua disposizione dalla Österreichische Nationalbank.

Image Gallery