Stefano Taglietti

Roma, 1965. Inizialmente allievo di Sylvano Bussotti, è stato successivamente molto importante per la sua formazione l’incontro con Hans Werner Henze.

Negli anni ha costruito un catalogo che supera i 150 lavori con organici orchestrali, opere di teatro musicale, musica da camera, per coro, includendo le nuove tecnologie digitali e strumentazioni elettroacustiche.

Ha ricevuto commissioni da: Hans Werner Henze; La  Biennale di Venezia 2007-2012; Biennale di Venezia sez.Architettura 2008; Accademia Nazionale di Santa Cecilia; Accademia di Francia- Villa medici Roma; Rai Nuova Musica-Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI; Gerd Albrecht Deutsche Pavillon- expò Hannover 2000; I Solisti Aquilani; Centro Ricerche Musicali, Roma; Spazio Musica, Cagliari; Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano; Orch. Reg. di Roma e del Lazio; ContempoArtEnsemble; Sentieri Selvaggi; Orchestra Sinfonica di Sanremo; Istituzione Sinfonica Abruzzese; New Made Ensemble; Blow Up  percussion Ensemble; Icarus Ensemble; ensemble Suono Giallo; Festival delle Nazioni di Città di Castello; Musica e Realtà – Milano; Festival Sommer im Altmhltal, Ingolstadt, Germania.

La sua Musica è stata inoltre eseguita presso: Berlin Philharmonie; Opera di Norimberga; Festival dei Due Mondi, Spoleto; Podewil- Berlin; Città Universitaria di Parigi, Salle Vitali; Teatro La MaMa di New York; Freshno Opera Festival California-U.S.A; Cincinnati University; Festival Strawinky Krakaw; Ravenna Festival; Società dei Concerti B. Barattelli; Università del Nevada - Las Vegas; Festival di Nuova Consonanza-Roma; NO GO Festival, Roma e in altri importanti festival internazionali di Musica Contemporanea a Praga, Kiev, Lviv, e stagioni teatrali presso il Teatro Comunale di Bologna, Ravello Festival, Angelica - Bologna e presso numerose altre istituzioni in Europa, Medio Oriente, U.S.A e sud America.

 

Fra i suoi lavori più significativi: After Pop Suite per ens. elettroacustico; i concerti scenici  La divina Devastazione, Palingenesi, Il Pensiero Magmatico (composto con  Alessandro Cipriani) scritti in collaborazione con l’artista visivo e autore dei testi Bizhan Bassiri; Memoirs of Elagabalus opera su libretto in inglese di Fabio Ciolli; Idroscalo Pasolini  ( 2015) opera in un atto e sette quadri su libretto e regia di Carlo Pasquini commissione per il doppio quarantennale del Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano e quello dell'assassinio di Pier Paolo Pasolini, eseguita dall'ensemble del Royal Northern College of Music Manchester diretto da Marco Angius; “ Concerto Triplo per chitarra elettrica, pianoforte, percussioni, violino concertante e orchestra d'archi” diretto da Marco Angius commissionato da I Solisti Aquilani per i 50 anni (2017) dalla loro fondazione.

Gran parte delle sue partiture sono edite da Rai Com, ma anche da Chester Music London e altri.

E' attivo anche come pianista, interprete della propria musica e in progetti di improvvisazione, in solo e in gruppo. Ha collaborato con Evan Parker, Dom Um Romao, Karl Potter, Geoff Warren, Giancarlo Schiaffini, Walter Prati, Gianni Trovalusci.

 

Dal 2017 è cofondatore della Web Radio RadiostArt e conduce, attraverso ascolti, interviste e discussioni in diretta, la trasmissione Clocks and Clouds, spazio radiofonico interamente dedicato alla musica e ai linguaggi artistici internazionali contemporanei.

Dal 2018 è stato nominato dall'Orchestra Sinfonica Abruzzese, coordinatore del festival di musica contemporanea MusAnima (Crocevia della musica e cultura contemporanea).


Insegna in vari conservatori dal 1996, vincitore di concorso nel 2000, è docente titolare della cattedra di Elementi di Composizione per la Didattica della Musica. Attualmente è docente di Composizione e discipline compositive presso il Conservatorio Statale di Musica A.F.A.M. ( U. Giordano) di Foggia , sez staccata di Rodi Garganico.