Prima esecuzione assoluta

Daga: [ dà – ga ] Arma bianca manesca del tipo spada caratterizzata da una lama corta e dritta, a tagli paralleli o triangolari. Costituitasi in epoca protostorica quale modello di passaggio dal pugnale alla spada vera e propria, tornò di largo uso nel corso del Medioevo sia in ambito militare che nella pratica duellistica.

“Uno strano gioco di parole dà il titolo a questo brano che, dalla prima all'ultima nota, racconta una storia. La Musica narra con gli stessi suoni storie assai diverse tra loro, a seconda di chi sia all'ascolto; ed ecco che lì per me interviene il compositore, un vero e proprio tramite  spinto sempre oltre il confine dall’arduo compito di sapersi ascoltare... per un po' si troverà lì da solo, nella speranza di essere riuscito a raccontare la propria musica ai più e solo quando il suo messaggio arriverà al più convinto degli scettici potrà ritenersi soddisfatto.

Il primo inciso tematico viene proposto attraverso diverse forme melodiche e ritmiche: cantabile e malinconico all'inizio, eroico e agitato nelle parti centrali, accennato a singhiozzi nella ripresa per poi esplodere nel fugato finale; il tutto cinge l'unico vero momento lirico e di respiro, nella parte centrale, come se si aprisse uno spiraglio di luce tra la burrasca appena passata e la nuova imminente tempesta. L'alternanza continua tra archi e fiati è volta all'utilizzo massimo della capacità timbrica orchestrale, lasciando ampio spazio anche alle innumerevoli parti solistiche dei timpani. Non so se la storia che vi racconterà il mio brano sarà la stessa che ho sentito io mentre lo scrivevo o quella che sentirà l'orchestra mentre suona, ma spero davvero riesca a portarvi in un viaggio ricco di emozioni....sarebbe un buon primo passo!”.

  

PAOLO CAPANNA

Nato a Teramo nel 1995, è attualmente iscritto al 10° anno di Viola presso il Conservatorio Statale di Musica "G. Braga" di Teramo sotto la guida del

M° Alessandro Santucci. Come violista ha già preso parte ad importanti manifestazioni/stagioni concertistiche in varie formazioni cameristiche e con orchestre giovanili e non (Orchestra Papillon, European Play-Day Malta Orchestra, Orchestra dell'Estate Musicale Frentana, Orchestra Erasmus Italia, Orchestra Sinfonica Abruzzese) diretto da maestri quali Luigi Piovano, Donato Renzetti, Simone Genuini ed Elio Orciuolo. Ha partecipato a varie masterclass con artisti di fama internazionale quali: Alessandro Santucci, Gabriele Croci, Massimo Paris, Wolfgang Schroeder, Alessandro Cappella, Christa Bützberger, Luigi Piovano, Fabrizio Meloni.

Coltiva da anni la passione per la composizione e debutta come autore nell'ambito del festival di musica contemporanea MusAnima nel 2018. Nutre un vivo interesse per i più disparati generi musicali che lo ha portato allo studio anche del basso elettrico e a cimentarsi in diversi ambiti musicali attraverso registrazioni inedite e da turnista in studio (Francesco Sbraccia, Le Ceneri, Keys, Shijo X).