13 Dicembre 2018

Sabato 15 l’Isa dedica il suo appuntamento in stagione all'opera "Così fan tutte" di Mozart

Continua la fertile collaborazione fra l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e il Teatro Marrucino attualmente impegnati con l’opera buffa Così fan tutte di Wolfgang Amadeus Mozart su libretto di Lorenzo Da Ponte. Debutto a Chieti venerdì 14 alle 21 con replica domenica 16 alle 17.30. Sabato 15 dicembre, invece, appuntamento abituale con la 44° Stagione concertistica dell’ISA che alle 18, presso il Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini”, proporrà in versione concertistica brani estratti dall’opera mozartiana.

Sul podio il M° Marco Moresco, direttore residente dell’OSA, che dirigerà anche le recite chietine. Completano il cast i soprani Mara Gaudenzi, Susanna Wolff e Francesca Salvatorelli, il baritono Michele Soldo, il tenore Daniele Adriani e il basso Emilio Marcucci.

Il professor Gianluca Sulli, primo clarinetto del’OSA, con la sua guida all’ascolto, infine, condurrà il pubblico in questa opera, che è un gioco ironico sull’amore e sui rapporti di coppia che ha inizio da una scommessa che mette alla prova la fiducia tra due coppie di fidanzati attraverso il travestimento, strumento con il quale svelare le verità più segrete dell’animo umano. Il genio di Mozart riesce a tessere un’opera assolutamente capace di trasmettere l’emotività e l’instabilità di ciascun individuo, interpretando sia l’elemento comico che quello sentimentale della pena amorosa per lo scherzo che si spinge troppo oltre, fino ad assumere un tono serio.

“Il Così fan tutte è un’opera molto complessa, ma divertente, - spiega il direttore, M° Marco Moresco - che permette di sorridere ma anche di ritrovare qualcosa del vissuto di ciascuno come spesso succede nelle opere di Mozart e nei libretti di Da Ponte. È come se ci fosse qualcosa di già scritto sull’essere umano, già ben evidenziato dai due. Quest’opera ci offre quindi la possibilità di sorridere, ma anche di riflettere e da questa riflessione spero possa nascere anche curiosità, quella che troppo spesso manca nel nostro Paese”.

Marco Moresco, direttore d’orchestra, pianista, compositore e docente presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara, è direttore residente dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese e ha all’attivo numerose opere liriche a capo di compagini orchestrali italiane ed estere. Ha collaborato con musicisti come G. Bumbry, M. Bacelli, L. Gallo, R. Bruson, A. Di Toro. Di grande valenza anche la sua discografia: ha registrato per la ABC Classic Australiana, per la Bongiovanni - tra cui l'opera Il ritratto di G. Braga e l'integrale delle English Songs di Tosti -, per la Dynamics, una monografia su P. Hindemithe di prossima uscita un cd sull’integrale delle Romanze di F.P. Tosti con la Brilliant Classic.

Importanti i prossimi impegni con l’OSA: in gennaio con la prima assoluta del melologo per voce recitante e orchestra Eugenia e le stelle, testo di P. Millanta e musiche di S. Palmieri, ad aprile dirigerà il concerto finale della stagione ISA 2018-2019 con la Messa di Beethoven; a maggio dirigerà due settimane di concerti itineranti di musica contemporanea per il festival “Musanima”.

Last modified on Venerdì, 14 Dicembre 2018 19:26