10 Gennaio 2019

Citarella e Bellini inaugurano il 2019 dell'ISA

Un inizio anno vivace e scoppiettante quello della 44° Stagione concertistica dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese che inaugura il 2019 con una produzione ricca di personalità che debutterà all’Aquila sabato 12 gennaio alle ore 18 presso il Ridotto del Teatro Comuanle “V. Antonellini” e sarà replicata a Tortoreto, nel Centro Congressi “Salinello”, domenica 13 sempre alle 18. Sul palco con i professori dell’Osa il poliedrico Nando Citarella in un programma diretto e ideato dal M° Luciano Bellini compositore anche di uno dei brani eseguiti, Pulcinella and Karagöz Suite per cantattore e orchestra. Completano la serata La Danza di Gioacchino tratta dal ciclo de “Les soirées musicales” e la Pulcinella Suite di Igor’ Fëdorovič Stravinskij.

Così Luciano Bellini - pianista, direttore d’orchestra, compositore docente all’Aquila presso il Conservatorio “A. Casella” - presenta il concerto: “Come in una sorta di cerchio magico di cui non si sa dove sia l’inizio e dove la fine, questo programma rivela in ogni sua parte una stessa identità ed un unico grande modello culturale: il Mediterraneo e la sua cultura popolare. La danza che tutto accomuna è la Tarantella, conosciutissima ormai internazionalmente ed originariamente legata alla cultura contadina arcaica, protagonista di bellissime pagine musicali di autori colti come Rossini e Stravinskij. La città che tutto unisce – spiega il direttore - è Napoli attraverso la sua figura più rappresentativa, Pulcinella, alla quale sono dedicate le pagine della suite Pulcinella and Karagöz, e che viene qui affiancata alla maschera greca di Karagöz in un gioioso abbraccio tra le due figure ed un progetto di integrazione tra le due culture, quella napoletana e quella greco–turca, inseguendo una fratellanza che ancora oggi costituisce un progetto, un’utopia, un dovere. Ancora alla figura di Pulcinella è dedicata la suite Pulcinella di Stravinskij, un concentrato delle caratteristiche musicali del balletto, la quintessenza del Neoclassicismo del maestro russo nata da una rivisitazione di musiche originali di Giovanni Battista Pergolesi: questa suite realizza splendidamente il nostro progetto di contaminazione ed integrazione di generi musicali. Insomma un vero e proprio modello – conclude - per me che ho sempre amato gli incontri fra culture e linguaggi lontani nello spazio e nel tempo”.

La contaminazione è anche il tratto professionale che accumuna al direttore Luciano Bellini, Nando Citarella, attore, musicista e cantante che ha bisogno di poche presentazioni perché noto tanto al grande pubblico per la sua partecipazione a molti spettacoli Rai al fianco di grandi presentatori (Bonolis, Baudo, Conti, Frizzi, Venier) e per la sua lunga partecipazione alla trasmissione radiofonica di Radiouno Ho Perso il Trend con Bassignano e Luzzi, tanto ai frequentatori delle sale da concerto per le sue numerose collaborazioni con orchestre e dei teatri per aver preso parte a produzioni su Commedia dell’arte ed opera. Con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, Nando Citarella ha già lavorato, sempre insieme al direttore Luciano Bellini, fra il 2001 e il 2002 nel progetto ‘A Pusteggia e nel 2008 in una produzione in cui venne presentata la Suite Pulcinella and Karagöz che il pubblico avrà la possibilità di ascoltare nuovamente negli appuntamenti all’Aquila e a Tortoreto di Sabato e Domenica.