03 Maggio 2019

Al via la seconda edizione di MusAnima

16 prime assolute, 4 nuove commissioni ISA a nomi noti della musica contemporanea, 11 concerti, 2 produzioni (Start), 13 allievi delle classi di Composizione di 6 Conservatori, 3 regioni interessate, 1 orchestra sinfonica: questi i numeri della seconda edizione di MusAnima - Crocevia della musica e cultura contemporanea,festival prodotto dall’Istituzione Sinfonica Abruzzese e guidato dal compositore e docente Stefano Taglietti.

Nato nel 2018 in Abruzzo, coinvolgerà quest’anno anche le Marche e il Lazio attraverso la rete dei Conservatori aderenti al progetto: L’Aquila, Latina, Frosinone, Teramo, Pescara e Fermo. È proprio questa dimensione itinerante e collaborativa a rendere il Festival unico in Italia.

La seconda edizione di MusAnima è stata presentata questa mattina a Teramo, presso la sede del Conservatorio Statale di Musica “G. Braga” dal direttore artistico dell’ISA, il M° Ettore Pellegrino e dal segretario generale ISA, Avv. Giorgio Paravano. Con loro il M° Federico Paci, direttore del Conservatorio “G. Braga”; il M° Stefano Taglietti, coordinatore artistico del Festival e il M° Marco Moresco, sul podio della Sinfonica in tutte le serate di MusAnima.

Si comincia il 7 maggio dall’Aquila con Start 1, cioè la prima delle due produzioni in cui si articola il Festival, che debutterà nell’Auditorium “Shigeru Ban” del Consevatorio Statale di Musica “A. Casella” e che presenterà 8 brani in prima assoluta, di cui 2 nuove commissioni affidate dall’ISA a Fabrizio De Rossi Re e Paolo Rosato, compositori già affermati e conosciuti per le proprie opere. Le restanti composizioni sono espressione della creatività dei migliori allievi delle classi di Composizione dei conservatori coinvolti. Dopo il debutto all’Aquila, il concerto verrà replicato a Latina (8/5), Frosinone (9/5), Teramo (10/5) e Pescara (11/5).

Nella seconda produzione, Start 2, accanto alle prime esecuzione degli allievi, verranno proposte due nuove commissioni ISA, in questo caso affidate a Carla Magnan e Edgar Alandia. Debutto ancora all’Aquila, presso il Conservatorio “A. Casella”, il 14 maggio, a seguire repliche a: Latina (15/5), Frosinone (16/5), Teramo (17/5), Pescara (18/5) e Sant’Elpidio a mare - Fermo (19/5).

Proprio grazie alla collaborazione con questi importanti istituti di formazione, l’ISA e MusAnima hanno la possibilità di essere presenti sul territorio nazionale come un osservatorio culturale, come possibilità imperdibile per i giovani autori delle classi di composizione, come culmine di un obiettivo fondamentale: quello di distribuire nella maniera più ampia e naturale possibile, la conoscenza della storia e dell’evoluzione della Musica.

Ad eseguire i brani in entrambe le produzioni, saranno i professori dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese guidati dal direttore residente dell’OSA, il M° Marco Moresco, pianista, compositore e docente presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara, con all’attivo numerose opere liriche a capo di formazioni orchestrali internazionali e una importante discografia che prossimamente si arricchirà con un cd sull’integrale delle Romanze di F.P. Tosti per la Brilliant Classic.

Come nella prima edizione, anche quest’anno, partner del Festival sarà la web radio RadiostArt, che raccoglierà e accoglierà interviste, discussioni ed estratti dei concerti, permettendo così a MusAnima di varcare i confini e di arrivare potenzialmente in tutto il mondo.

“Lo scopo principale del festival MusAnima – spiega il coordinatore artistico del Festival, Stefano Taglietti - è mettere in simbiosi l’immaginazione artistica con la vita e la socialità non banale, attraverso la comunicazione profonda dei differenti linguaggi sonori contemporanei, andando oltre quelli diffusi e generati dalla cultura e dalla comunicazione di massa. MusAnima è un osservatorio artistico ispirato e fecondo sull’uomo, sulla società, sulle sue trasformazioni politiche, tecnologiche, paesaggistiche, ambientali, culturali. Attraverso l'orchestra e i musicisti, - conclude il M° Taglietti - MusAnima cercherà, con il lavoro dei musicisti, degli autori e con la partecipazione di tutti, ognuno con le proprie competenze, tutte le possibilità per costruire una comunità non esclusiva, ma vicina e viva”.

Il Festival MusAnima nasce nel 2018 ma affonda le radici nell’importante storia musicale, fra tradizione e innovazione, propria dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, come suggerisce il direttore artistico dell’ISA, Ettore Pellegrino: “Il nostro Ente è da sempre interlocutore dei Conservatori del nostro territorio, la nostra Orchestra è a disposizione dei giovani allievi. Serve a loro, che hanno così la possibilità di confrontarsi con una compagine di professionisti, e serve alla stessa orchestra per non perdere il contatto con il vitale entusiasmo e con i talenti freschi del nostro territorio. Tra i miei incarichi di direttore artistico, oltre a quello di fare produzione e distribuzione degli eventi musicali, ho il compito di formare. Un’iniziativa come MusAnima mi sembra la maniera migliore per assolvere a tutti questi compiti: produciamo occasioni di musica di alto livello con commissioni ad importanti compositori della scena attuale, portiamo poi i nostri concerti in sei Conservatori di Abruzzo, Lazio e Marche e permettiamo ai ragazzi delle classi di composizione di esprimere il loro pensiero tramite l’orchestra”.

Il titolo di ingresso per il singolo concerto ha costo di 1 euro. Per Info: 0862.411102

16 prime assolute, 4 nuove commissioni ISA a nomi noti della musica contemporanea, 11 concerti, 2 produzioni (Start), 13 allievi delle classi di Composizione di 6 Conservatori, 3 regioni interessate, 1 orchestra sinfonica: questi i numeri della seconda edizione di MusAnima Crocevia della musica e cultura contemporanea festival prodotto dall’Istituzione Sinfonica Abruzzese e guidato dal compositore e docente Stefano Taglietti. Nato nel 2018 in Abruzzo, coinvolgerà quest’anno anche le Marche e il Lazio attraverso la rete dei Conservatori aderenti al progetto: L’Aquila, Latina, Frosinone, Teramo, Pescara e Fermo. È proprio questa dimensione itinerante e collaborativa a rendere il Festival unico in Italia.

La seconda edizione di MusAnima è stata presentata questa mattina a Teramo, presso la sede del Conservatorio Statale di Musica “G. Braga” dal direttore artistico dell’ISA, il M° Ettore Pellegrino e dal segretario generale ISA, Avv. Giorgio Paravano. Con loro il M° Federico Paci, direttore del Conservatorio “G. Braga”; il M° Stefano Taglietti, coordinatore artistico del Festival e il M° Marco Moresco, sul podio della Sinfonica in tutte le serate di MusAnima.

Si comincia il 7 maggio dall’Aquila con Start 1, cioè la prima delle due produzioni in cui si articola il Festival, che debutterà nell’Auditorium “Shigeru Ban” del Consevatorio Statale di Musica “A. Casella” e che presenterà 8 brani in prima assoluta, di cui 2 nuove commissioni affidate dall’ISA a Fabrizio De Rossi Re e Paolo Rosato, compositori già affermati e conosciuti per le proprie opere. Le restanti composizioni sono espressione della creatività dei migliori allievi delle classi di Composizione dei conservatori coinvolti. Dopo il debutto all’Aquila, il concerto verrà replicato a Latina (8/5), Frosinone (9/5), Teramo (10/5) e Pescara (11/5).

Nella seconda produzione, Start 2, accanto alle prime esecuzione degli allievi, verranno proposte due nuove commissioni ISA, in questo caso affidate a Carla Magnan e Edgar Alandia. Debutto ancora all’Aquila, presso il Conservatorio “A. Casella”, il 14 maggio, a seguire repliche a: Latina (15/5), Frosinone (16/5), Teramo (17/5), Pescara (18/5) e Sant’Elpidio a mare - Fermo (19/5).

Proprio grazie alla collaborazione con questi importanti istituti di formazione, l’ISA e MusAnima hanno la possibilità di essere presenti sul territorio nazionale come un osservatorio culturale, come possibilità imperdibile per i giovani autori delle classi di composizione, come culmine di un obiettivo fondamentale: quello di distribuire nella maniera più ampia e naturale possibile, la conoscenza della storia e dell’evoluzione della Musica.

Ad eseguire i brani in entrambe le produzioni, saranno i professori dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese guidati dal direttore residente dell’OSA, il M° Marco Moresco, pianista, compositore e docente presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara, con all’attivo numerose opere liriche a capo di formazioni orchestrali internazionali e una importante discografia che prossimamente si arricchirà con un cd sull’integrale delle Romanze di F.P. Tosti per la Brilliant Classic.

Come nella prima edizione, anche quest’anno, partner del Festival sarà la web radio RadiostArt, che raccoglierà e accoglierà interviste, discussioni ed estratti dei concerti, permettendo così a MusAnima di varcare i confini e di arrivare potenzialmente in tutto il mondo.

“Lo scopo principale del festival MusAnima – spiega il coordinatore artistico del Festival, Stefano Taglietti - è mettere in simbiosi l’immaginazione artistica con la vita e la socialità non banale, attraverso la comunicazione profonda dei differenti linguaggi sonori contemporanei, andando oltre quelli diffusi e generati dalla cultura e dalla comunicazione di massa. MusAnima è un osservatorio artistico ispirato e fecondo sull’uomo, sulla società, sulle sue trasformazioni politiche, tecnologiche, paesaggistiche, ambientali, culturali. Attraverso l'orchestra e i musicisti, - conclude il M° Taglietti - MusAnima cercherà, con il lavoro dei musicisti, degli autori e con la partecipazione di tutti, ognuno con le proprie competenze, tutte le possibilità per costruire una comunità non esclusiva, ma vicina e viva”.

Il Festival MusAnima nasce nel 2018 ma affonda le radici nell’importante storia musicale, fra tradizione e innovazione, propria dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, come suggerisce il direttore artistico dell’ISA, Ettore Pellegrino: “Il nostro Ente è da sempre interlocutore dei Conservatori del nostro territorio, la nostra Orchestra è a disposizione dei giovani allievi. Serve a loro, che hanno così la possibilità di confrontarsi con una compagine di professionisti, e serve alla stessa orchestra per non perdere il contatto con il vitale entusiasmo e con i talenti freschi del nostro territorio. Tra i miei incarichi di direttore artistico, oltre a quello di fare produzione e distribuzione degli eventi musicali, ho il compito di formare. Un’iniziativa come MusAnima mi sembra la maniera migliore per assolvere a tutti questi compiti: produciamo occasioni di musica di alto livello con commissioni ad importanti compositori della scena attuale, portiamo poi i nostri concerti in sei Conservatori di Abruzzo, Lazio e Marche e permettiamo ai ragazzi delle classi di composizione di esprimere il loro pensiero tramite l’orchestra”.

Il titolo di ingresso per il singolo concerto ha costo di 1 euro. Per Info: 0862.411102

Last modified on Giovedì, 02 Maggio 2019 22:11