News

Un felice ritorno quello del Trio Metamorphosi che sabato 22 febbraio 2020 calcherà all’Aquila il palco del Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini” alle 18.00 nell’ambito della 45a Stagione dei Concerti dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese. Composto dal violinista Mauro Loguercio e dai due fratelli Angelo e Francesco Pepicelli, rispettivamente pianoforte e violoncello, il Trio Metamorphosi proporrà un programma interamente dedicato a Ludwig Van Beethoven che prevede l’esecuzione delle Quattordici Variazioni in mi bemolle maggiore sopra un tema originale op. 44, dei Trii N. 3 in do minore op. 1 e di quello conosciuto come “L’Arciduca” in si bemolle maggiore op. 97. Quest’ultimo titolo è presente nel primo dei quattro CD pubblicati per la prestigiosa casa discografica DECCA che il Trio Metamorphosi (prima incisione di un trio italiano in tutta la storia dell’etichetta  britannica fondata a Londra nel 1929) ha pubblicato nel 2019 per le celebrazioni del duecentocinquantesimo anniversario della nascita del genio di Bonn di cui Loguercio e i Pepicelli registreranno l’opera integrale per trio entro dicembre del 2020.

È ricco di proposte originali ed eterogenee questo febbraio per l’Orchestra Sinfonica Abruzzese che dopo la registrazione di un cd con i grandi capolavori di Ottorino Respighi per la Tactus appena conclusa, dedica questo fine settimana una produzione ad Ennio Morricone, vanto musicale dell’intero Paese con “100%… ENNIO MORRICONE!”. Quattro le date che porteranno l’Osa, diretta dal M° Benedetto Montebello con la partecipazione del soprano Veronica Granatiero, anche in Puglia: si comincia Sabato 15 febbraio alle 18 sul palco del Ridotto Comunale “V. Antonellini” all’Aquila, secondo appuntamento a Tortoreto, Centro Congressi del Salinello Camping Village, domenica 16 sempre alle 18; si continua Martedì 18 febbraio alle 20.30 a San Severo nel Teatro “G. Verdi”. Ultima data a Chieti sul palco del Teatro Marrucino Domenica 23 alle ore 18. Per le date dell’Aquila e Tortoreto, biglietti online su www.i-ticket.it.  Per la data di Chieti sul circuito ciaoticket o sul sito www.teatromarrucino.eu.

Dopo il successo romano dell’Hyperion di Maderna eseguito martedì 4 febbraio 2020 nell’Aula Magna dell’Università la Sapienza, torna all’Aquila l’Orchestra Sinfonica Abruzzese con la sua 45° Stagione Concertistica. Sabato 8 febbraio alle 18 sul palco del Ridotto del Teatro Comunale del capoluogo abruzzese l’OSA dedicherà un concerto monografico ad un grande protagonista del Novecento italiano con il concerto Capolavori e rarità strumentali di Ottorino Respighi. Sul podio il direttore residente dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, il M° Nicola Paszkowski; solista ospite il flautista Roberto Fabbriciani. Replica a Città Sant’Angelo domenica 9 febbraio alle 18.00 nel Teatro Comunale per il Città Sant’Angelo Music Festival diretto dal giovane direttore artistico Alessandro Mazzocchetti.

L’Orchestra Sinfonica Abruzzese protagonista di una grande produzione dell’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, oggi, martedì 4 febbraio alle ore 20.30. L’Evento, di primo piano nel panorama nazionale, è un tributo a Bruno Maderna, per ricordare i cento anni dalla nascita di questo compositore che fu uno dei maggiori protagonisti dell’avanguardia musicale nella seconda metà del Novecento. Nell’Aula Magna della Sapienza verrà infatti presentato il suo “Hyperion” suite per voce recitante, flauto, oboe, coro e orchestra, uno dei più affascinanti ed enigmatici lavori musicali del secondo Novecento. A dirigerlo in quest’occasione sarà l’ottantenne Marcello Panni, che partecipò giovanissimo alle avanguardie artistiche di quegli anni ed è ora uno dei pochi in grado di riprodurre fedelmente lo spirito della complessa partitura di Maderna. La voce recitante sarà incredibilmente quella di Carmelo Bene “in absentia”, grazie a un miracolo reso possibile dal ritrovamento e dal restauro di un nastro inedito registrato dalla Rai nel 1981 in vista di un’incisione discografica mai realizzata.

E’ una perla imperdibile l’appuntamento di sabato 1 febbraio ore 18.00 all’Aquila con la 45° Stagione concertistica dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese. Sul palco del Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini” ci sarà Paolo Crepet, stella della psichiatria, sociologo e scrittore col suo nuovo spettacolo “Passione”. Con lui il violinista Dino De Palma e la pianista Claudia D’Ippolito 
Quella di Crepet è una riflessione intensa, appassionata e appassionante, impreziosita dalle note di grandi pagine musicali come lo Scherzo di Brahms, il Notturno in do diesis minore di Chopin, la Danza Macabra di Saint-Saëns, un medley operistico.
In “Passione” musica e parole accompagneranno il pubblico in una indagine artistica che trae spunto da una delle ultime fatiche editoriali del noto psichiatra, l’omonimo saggio pubblicato nel 2018 da Mondadori.

‘Mi fa piacere che abbiate scelto la mia opera per rappresentare una specifica dimensione culturale.
L’opera, quando ha una sua compiuta valenza, non appartiene più all’autore ma vive con forza una propria vita’.
Con queste parole il Maestro Franco Summa ha accolto la nostra richiesta di elaborare la sua vetrata I GIORNI E LE OPERE del Palazzo delle Esposizioni dell’Emiciclo, sede del governo della Regione Abruzzo.
I suoi colori accompagneranno a lungo la nostra musica.
Arrivederci Maestro.

Per l’ultimo fine settimana di gennaio l’Orchestra Sinfonica Abruzzese proporrà al suo pubblico un affascinante viaggio nella musica europea del settecento a cavallo fra barocco e classicismo. Due le date per la 45° stagione concertistica ISA: sabato 25 gennaio all’Aquila alle 18 sul palco del Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini” e domenica 26 gennaio a Tortoreto sempre alle 18 nel Centro Congressi del Salinello Camping Village. Sul podio l’americano Bahman Saless al suo debutto con l’OSA, bacchetta di grande sensibilità e solidità oltre che violinista, compositore e organizzatore musicale di successo a livello internazionale. Solista ospite il soprano Gabriella Costa, artista versatile ed apprezzata per il suo vasto repertorio che spazia dal barocco alla contemporaneo con attenzione all’ottocentesco e alla musica sacra, vincitrice del prestigioso premio F. Abbiati 2018 con la produzione contemporanea MedeaMaterial con la direzione di M. Angius.

Sarà il direttore artistico dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, il violinista dalla carriera internazionale, Ettore Pellegrino ad esibirsi come konzertmeister e violinista solista nella prossima produzione della 45ᵃ dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese. Quattro le date: Sabato 18 gennaio alle ore 18 all’Aquila sul palco del Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini”; Domenica 19gennaio sempre alle ore 18 nel Centro Congressi del Salinello Camping Village a Tortoreto; Lunedì 20 gennaio alle ore 21 invece appuntamento ad Avezzano al Castello Orsini Colonna; ultima data per questo minitour abruzzese Martedì 21 gennaio alle ore 21 nel Teatro Comunale di Atri.

Riparte con un appuntamento di grande classe e interesse la 45° Stagione concertistica dell’ISA nel 2020 con l’Ensemble di fiati dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese. Torna sul podio l’ottimo Giampaolo Pretto, solista ospite il violinista Gabriele Pieranunzi. Due gli appuntamenti: Sabato 11 gennaio alle 18 sul palco del Ridotto Comunale “V. Antonellini” e domenica 12 alle 18 nel teatro Comunale di Atri . Il programma riserva sorprese con due brani di grande spessore come il Concerto per violino e orchestra di fiati di Kurt Weill e la Suite in si bemolle maggiore op. 4 per 13 strumenti a fiato di Richard Strauss.

C’è grande attesa per il concerto di fine anno dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese che per la sua 45° Stagione Concertistica accoglierà brani tratti dai due repertori più celebri dedicati al periodo di festa: da un lato i valzer e le polke della Vienna degli Strauss, dall’altro pagine celebri del belcanto italiano. Tre appuntamenti: L’Aquila, sabato 28 dicembre 2019 alle 18.00 sul palco del Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini”; Domenica 29 dicembre, ore 18, Città Sant’Angelo, Teatro Comunale e Lunedì 30 dicembre, ore 21 aChieti nel Teatro Marrucino. Sul palco, con i professori dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretti dal M° Nicola Paszkowski, le voci del soprano Francesca Salvatorelli e del tenore Romolo Tisano.