DIRETTORE PRINCIPALE

Diplomatosi in direzione d’orchestra con il massimo dei voti al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, Nicola Paszkowski si è perfezionato con Ferdinand Leitner, Carlo Maria Giulini e Emil Tchakarov. Attivo sia in ambito sinfonico che nel teatro d’opera, collabora con numerose orchestre e istituzioni tra le quali: Orchestra della Toscana, Teatro Verdi di Pisa, Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, Orchestra Regionale del Lazio, Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra Haydn di Bolzano, Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, Orchestra Filarmonica di Montecarlo, Filarmonica di Cracovia.
Dal 2000 al 2012 è direttore preparatore dell’Orchestra Giovanile Italiana – OGI, con la quale collabora ancora abitualmente, e dal 2012 al 2015 è direttore principale dell’Orchestra giovanile del Teatro dell’Opera di Roma. Su invito di Riccardo Muti, nel 2009 dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e la Giovanile Italiana al Ravenna Festival.
Nel 2010 è di nuovo alla guida della Cherubini per Il Trovatore, con la regia di Cristina Mazzavillani Muti, e l’anno successivo è alla guida dell’Orchestra e del Coro del Teatro dell’Opera di Roma per il Nabucco al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.
Sempre al Ravenna Festival, a chiusura della XXIII edizione del 2012, dirige la trilogia “popolare” di
Verdi, Rigoletto, Trovatore e Traviata e, nello stesso anno, è alla guida dell’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini al Kissinger Sommer International Musikfestival.
La collaborazione con il Ravenna Festival e con la regia di Cristina Mazzavillani Muti continua con la Trilogia “Verdi & Shakespeare”, Macbeth, Otello e Falstaff - 2013 e La Bohème nell’ambito della
Trilogia pucciniana – 2015. Nel 2015 inaugura la stagione estiva del Teatro dell’Opera di Firenze con l’Orchestra del Maggio Musicale con un programma dedicato a Verdi e Rossini.
All’estero è protagonista di importanti produzioni come il concerto per i trent’anni della Royal Oman Symphony Orchestra (2015), Falstaff e Macbeth al Savonlinna Opera Festival, la Turandot di Puccini al Teatro Lirico di Sofia su invito di Raina Kabaivanska (2016), la Bohème a San Pietroburgo per il II Festival di Elena Obrazcova (2017). A settembre 2017 dirige il concerto della finale del Concorso Internazionale Renata Tebaldi.
All’attività concertistica affianca quella didattica come titolare della cattedra di esercitazioni orchestrali al Conservatorio Guido Cantelli di Novara. È Direttore Musicale dell’Associazione Solo Belcanto di Montisi e membro della commissione esaminatrice di “Italian Opera Academy” del Maestro Riccardo Muti. I prossimi impegni lo vedranno protagonista presso il Festival Solo Belcanto di Montisi, impegnato nella direzione del Falstaff in alcune recite in Giappone presso la Showa University of Music, sul podio dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese per l’inaugurazione della stagione 2018/19 e alla guida dell’Orchestra Cherubini per l’Otello di Verdi, regia di Cristina Mazzavillani Muti, a novembre 2018.