Progetti

Progetto Artistico 12 VOLTE 12 da Barocco al Novecento
Omaggio alla memoria della musica ai tempi del covid.

Concerto per Amleto
Sogno di una notte di mezza estate
Il mare di Sicilia

“L’Aquila Contemporanea Plurale” è il Festival di cultura contemporanea che nasce dalla sinergia di sei importanti enti musicali e dell'alta formazione che hanno sede all'Aquila, e che vogliono - insieme - svolgere un ruolo importante per la ricostruzione della Città. Questo l’intento con cui l’Associazione I Solisti Aquilani, l’Istituzione Sinfonica Abruzzese, la Società Aquilana dei Concerti "Bonaventura Barattelli", l'Accademia di Belle Arti, il Conservatorio di Musica “Alfredo Casella” e l'Università degli Studi dell’Aquila nel settimo anniversario del sisma del 6 aprile 2009 hanno dato vita alla rete interdisciplinare “Contemporanea, Plurale: È L’Aquila”.

Si tratta di un brano che dà luogo a una inusuale kermesse musicale, durante la quale il pubblico, munito di caramelle e kazoo, prende parte a una vera e propria sessione di concertazione con l’orchestra, un esercizio coinvolgente e divertente,  condotto da Campogrande insieme al direttore dell’orchestra e con l’aiuto del “direttore per il pubblico”: al termine della concertazione, pubblico e orchestra si integrano in una travolgente e festosa esecuzione dei tre movimenti del brano: "Gourmandesque”, "Dadalien", "Parlé gazou”, a ognuno dei quali è affidata la proposta di un nuovo immaginario linguaggio musicale. 

Per celebrare i 100 anni della morte del compositore abruzzese Francesco Paolo Tosti, avvenuta a Roma nel 1916, l’Istituzione Sinfonica Abruzzese ha ideato e realizzato insieme all’istituto Nazionale Tostiano, un Gala Tostiano che dopo il debutto ad Ortona il 2 dicembre 2016 ha ottenuto successi in altre città abruzzesi (L’Aquila, Lanciano, Chieti). 

MusAnima- Crocevia della musica e cultura contemporaneaè il nuovo Festival proposto dall’ISA con un programma abbastanza "inusuale". In passato ci sono stati, in Abruzzo, diversi festival e riferimenti alla musica contemporanea a cura delle istituzioni musicali, ma mai con una massiccia presenza di prime assolute per orchestra sinfonica e mai con una programmazione itinerante su 3 città abruzzesi.I nomi dei compositori proposti (a parte gli allievi di conservatorio che  esprimono comunque grande qualità ed energia creativa) sono tra i migliori del panorama contemporaneo internazionale.